www.fuoristrada.it | Contattaci






State visitando l'archivio del forum di fuoristrada.it. Il nuovo forum si trova QUI

Perdite liquido raffreddamento Log In | Log Out | Indice | Cerca | Profilo utente

Indice » Mitsubishi » Pajero V 20 » Motore e sistemi annessi » Perdite liquido raffreddamento « Precedente Seguente »

  Titolo Utente Messaggi Pagine Ultimo Messaggio
Archive through bruno castagnasso20 23-03-05 18:43
  ClosedChiuso: Non sono accettati nuovi messaggi in questa pagina        

Autore Messaggio
 

lorenzo (Lolloiv°)
New member
Username: Lolloiv°

Registrato: 10-2004
Inviato il mercoledì 23 marzo 2005 - 18:58:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

ciao, scusate, anche se non c'entra nulla, esiste un sito dove ci siano modifiche ed elaborazioni tecniche e non del pajero 1998/00?????
 

mick (Mickmaicol)
Member
Username: Mickmaicol

Registrato: 05-2004
Inviato il giovedì 24 marzo 2005 - 00:07:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

attento che non ti monti un testata revisionata (saldata)....ps se vuoi spendere pochissimo qui la trovi a un prezzo ridicolo..
http://cgi.ebay.de/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&categ ory=61370&item=7962892030&rd=1&ssPageName=WDVW
 

Basso (Basso)
New member
Username: Basso

Registrato: 01-2005
Inviato il lunedì 25 aprile 2005 - 19:06:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Tutto inutile!
Esattamente come previsto, il motore del mio V6 beve ancora acqua!
Guarnizione testata sostituita, testata rettificata e pulita. Sostituzione pompa acqua, cinghia di distribuzione e cuscinetto tendicinghia.
Spesa totale 1500 €.
Mick, avevi ragione, ma il meccanico ha insistito dicendo che non era la testata.
Consumi carburanti tornati agli standard ma consumi acqua esattamente come prima, mediamente 1 litro per 100 km di percorso.
Punto e daccapo.
Olio motore senza tracce di acqua, liquido radiatore senza tracce di olio.
Termostato sostituito previo controllo di apertura a 88-90°C.
Sono stati controllati tutti i raccordi, controllato e riparato radiatore per lievi perdite dalla vaschetta inferiore, annullato radiatore del riscaldamento interno tramite by-pass, controllato polmone GPL, nessuna perdita esterna.
In più strana perdita di olio da due bulloni inferiori dei collettori di scarico, primo scarico a sinistra (foto sx) e primo scarico a destra (foto dx), e anche macchie di dispersione di liquido (olio?) sui margini della testata a contatto con il coperchio delle punterie (foto coperch). Le foto sono visibili su http://photos.yahoo.com/cobastor .

L’olio comincia a gocciolare dopo un po’ di strada sui 3k-4k giri.
Riportata dal mecca per ricollocazione coperchio e controllo dei bulloni di serraggio testata e coperchio. Ma la perdita di olio continua.

Qualcuno ha qualche opinione a proposito di queste perdite? Lesioni alla testata??!!

Controllo della temperatura con sonda a transistor. Temperatura normale 93 gradi (+o- 1°C), con picchi di 96 gradi sotto sforzo. Sembra normale se confrontato con la temperatura di esercizio indicata nei manuali tecnici del papero (85-95°C) e con le temperature di apertura del termostato (apertura totale > 100°C).
A motore spento la temperatura sale nel giro di un minuto di ben dieci gradi, alla immediata riaccensione riscende a 93 per poi raffreddare gradualmente. Penso sia normale dato l’arresto della pompa dell’acqua e della ventola a giunto viscoso, ma 10° mi sembrano uno stress termico notevole e ripetuto (una delle possibile cause di rottura neo punti deboli?)

Adesso, con un motore che ha fatto 197000 km comprare testate nuove mi sembra inopportuno, pare che ne risentirebbe la parte inferiore del blocco motore, bronzine e il resto.
Il mezzo è in ottime condizioni ed è mia intenzione tenerlo.

Sembrano rimanere tre alternative:
A - trovare due testate usate (introvabili nei siti tedeschi; trovate due testate negli U.S. costo circa 700 € ciascuna);
B - sostituzione con motore usato (costo circa 1700 €);
C - rigenerare questo motore (dubbi sul monoblocco!?).

E soprattutto... trovare un bravo meccanico (pare difficile).

Grazie per l’attenzione.
Saluti a tutti
 

iannascoli valdimiro (Miro)
New member
Username: Miro

Registrato: 05-2004
Inviato il giovedì 28 aprile 2005 - 07:51:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Basso,faccio il radiatorista da 25 anni e sento di poterti consigliare di ricontrollare il radiatore,per esperienza i radiatori mitsu non perdono mai se in buone condizioni, se dovrebbero perdere difficilmente si possono riparare bene con poca spesa.Bisogna sostituire la massa radiante con una nuova magari maggiorata.
 

Basso (Basso)
New member
Username: Basso

Registrato: 01-2005
Inviato il giovedì 28 aprile 2005 - 15:55:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

grazie per il consiglio.
per quanto riguarda il radiatore ho fatto due interventi di cui un secondo da un radiatorista che ha dissaldato le staffe laterali e, a suo dire, ha riparato la perdita. Adesso ho sistemato sotto il radiatore un cartone per visualizzare eventuali tracce di liquido. prima infatti, dopo il raffreddamento del liquido, cominciavano a uscire delle perdite dai due lati inferiori che si raccoglievano sulla parte inferiore della vaschetta. adesso sul cartone non vedo ancora tracce. possibile una perdita non visibile? e di tale entità? se provassi con un turafalle? ed eventualmente, dove trovare radiatori maggiorati compatibili con l'originale? mille grazie
 

rossellifamily (Rossellifamily)
Member
Username: Rossellifamily

Registrato: 04-2003
Inviato il venerdì 29 aprile 2005 - 03:05:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Basso,fatti rendere i 1500 euri dal meccanico oppure fatti togliere la perdita! Chiedi a lui cosa preferisce se no le mandi una bella letterina dell'avvocato con richiesta danni con relativi interessi,tempo perso e fermo macchina!!!!E dopo che hai riscosso digli che la prossima volta vai da un altro più capace!!Mi raccomando diglielo!
 

iannascoli valdimiro (Miro)
New member
Username: Miro

Registrato: 05-2004
Inviato il venerdì 29 aprile 2005 - 06:29:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Basso, lascia perdere il turafalle, vai da un buon radiatorista e chiedi di cambiare la massa radiante al tuo radiatore.Fai attenzione che quella che ti monteranno sia dello stesso spessore o più grande e che il numero dei tubicini della massa radiante sia uguale o maggiore dell'originale.
Se vuoi fare un buon lavoro cambia i manicotti ed anche il tappo esclusivamente con l'originale. La spesa per il radiatore dovrebbe essere sui 190-200 € iva compresa.
 

iannascoli valdimiro (Miro)
New member
Username: Miro

Registrato: 05-2004
Inviato il venerdì 29 aprile 2005 - 06:36:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Dimenticavo, chiedi una massa radiante costruita tipo l'originale cioè in "corrugato".
 

mimmo (Puccipucci)
Junior Member
Username: Puccipucci

Registrato: 12-2004
Inviato il venerdì 29 aprile 2005 - 19:51:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

ciao miro!!!!!
conoscevo un grande radiatorista!iannascoli padre senza dubbio.una volta eri in via aurelia.ti ho cercato,ma dove sei andato a finire?
salutoni da mimmo. poste italiane ti dice qualcosa? ciao a presto!!!!!
 

iannascoli valdimiro (Miro)
New member
Username: Miro

Registrato: 05-2004
Inviato il sabato 30 aprile 2005 - 08:55:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Mimmo,conoscevi mio zio ed i miei cugini,io vivo a Pescara.
Comunque ai ragione lo zione era ilN°1
 

giulio (Crazy70)
New member
Username: Crazy70

Registrato: 01-2005
Inviato il lunedì 02 maggio 2005 - 06:58:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

ciao basso ,il meccanico le ha fatte pressare le teste prima di montarle?io ho avuto lo stesso problema con il vecchio 2300 dell'86' . dovrebbero avere dei piccoli tarfilaggi tra i cilindri e sono situati a pochi mm di spessore,si formano delle piccole crepe ,quasi invisibili,che quando il motore si scalda ,queste dilatano e passa il liquido direttamente nei cilindri;e per questo che tu non vedi perdite.
prova a controllare se lo scarico in rilascio fa un po di fumo biancastro,se lo fa una delle due teste e' rotta.
se ti serve un motore io posso farti avere alcuni numeri di tel. di chi puo' aiutarti.
ciao giulio
 

Basso (Basso)
New member
Username: Basso

Registrato: 01-2005
Inviato il lunedì 02 maggio 2005 - 15:23:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Ciao Giulio, la prova di pressione è stata fatta, come ho scritto prima, ma non sono state trovate perdite. Adesso tentavo di fare una prova di compressione dei cilindri, almeno per sapere quale delle due testate è andata, ma non riesco nemmeno a trovare un meccanico che la possa fare. Mi rendo conto che la dignostica è sempre meno approfondita dalle officine, si va per tentativi, tanto chi ci rimette è sempre l'utente finale, a meno che non si imbocca la strada degli avvocati, con risultati altrettanto incerti e dispendiosi. Comprare un motore usato è sempre un terno al lotto, ma pare che non abbia altra scelta. Fammi avere dei numeri di telefono così comincio a muovermi. Nel frattempo butto nel liquido un bel flacone di Kalimex K-Seal e vediamo che succede.
Grazie.
Ciao
 

iannascoli valdimiro (Miro)
New member
Username: Miro

Registrato: 05-2004
Inviato il lunedì 02 maggio 2005 - 18:25:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Basso, prendi una candela vecchia, rompila e saldaci un collegamento per un tubo dell'aria compressa.Porta un cilindro alla volta in compressione(valvole chiuse)montaci la candela di
prova ,dai pressione (7/8 atm)apri il tappo radiatore,riempi di acqua completamente e vedi
se escono bolle.
La prova va fatta a motore caldo e spento.
 

Basso (Basso)
New member
Username: Basso

Registrato: 01-2005
Inviato il lunedì 02 maggio 2005 - 19:51:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Grazie Miro, lo farò senz'altro e ti farò sapere.
 

Basso (Basso)
New member
Username: Basso

Registrato: 01-2005
Inviato il lunedì 02 maggio 2005 - 20:10:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Però, a lume di naso, il percorso che eventuali bolle d'aria dovrebbero compiere da un condotto interno della testa fino al radiatore, passando per il gomito del termostato e in giù per il manicotto di ingresso, mi sembra un po' lungo e tortuoso a liquido fermo, considerando in più che le bolle d'aria potrebbero rimanere imprigionate nella parte più alta della testa (!?). Forse potrei misurare invece un eventuale calo di pressione al manometro (!?).
Per il PMS di ogni cilindro mi regolo con la posizione del distributore agendo sull'albero motore? o c'è un altro sistema?
 

iannascoli valdimiro (Miro)
New member
Username: Miro

Registrato: 05-2004
Inviato il martedì 03 maggio 2005 - 08:04:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Per il PMS metti una marcia lunga e spingi la macchina.Per quando riguarda le bolle è lo stesso
percorso che fanno con la guarnizione bruciata.
Se lasci il pistone al PMI provi anche il cilindro.Comunque se non vuoi fare questa prova un po' complicata, puoi tentare mettendo in pressione il circuito con le pompe a mano che molti meccanici usano,facendo attenzione a non superare 1,5 atm.Sarà difficile individuare una perdita interna al motore ma per la parte esterna del circuito è un buon sistema.
 

lilla alessandro (Bepi)
New member
Username: Bepi

Registrato: 10-2004
Inviato il martedì 03 maggio 2005 - 11:00:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

ciao a tutti scusate il disturbo mi sapete dire la differenza tra il pajero GLS e il TARGET del modello 1995 ciao grazie
 

Marcello Hohmann (Celloh)
Member
Username: Celloh

Registrato: 01-2001
Inviato il mercoledì 04 maggio 2005 - 14:53:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Ciao, dico la mia esperienza un po' strana, ma analoga.
Ovvero anomalo calo/consumo di liquido.
Non ti dico cosa ho fatto per cercarlo... la narrazione è troppo lunga, ma come te non trovavo sintomi evidenti.
Arrivo al dunque!
Un giono parto la lavoro compio 10min di tragitto e mi fermo da un fornitore. Mentre aspetto il mio turno guadro la mia macchinina e vedo che gocciola!... acqua! apro il cofano e vedo il discreto gocciolamento tra la testa ed il supporto manicotto del raditatore do è alloggiato il temostato. Sembrava infatti uscire dalla guarnizione (felice perchè avevo trovato il sintomo) lascio la fila e vado a casa. 25min di tragitto mezzo in coda. apro il cofano e la perdita non c'era! (e le macchie da perdita non si vedevano sull'alluminio sporco).
Smonto il supporto di allumino tolgo il termostato e scopro l'arcano:
C'erano 2 guarnizioni di cui una era ben incollata, ma non si era rotta.
Morale
La colpa era delle 2 guarnizioni che a caldo tengono (anche perchè il termostato apre e la pressione insiste meno su quel punto), ma ovviamente in una fase di riscaldamento, quando il motore e quasi caldo ma il termostato non è ancora aperto le 2 guarnizioni tenevano male!
Insooma se non avessi avuto il CULO di fermarmi a guardare la macchina in quella situazione avrei già aperto il motore e magari nel richiuderlo una delle guarnizioni cadeva ed il meccanico non se ne accorgeva quidni tutto ok, ma il perchè non lo avrei mai saputo!
In pratica perdevo tutti i gg un mezzo bicchiere di liquido circa durante il tragitto, ma nel momento in cui si scaldava la vettura cioè quando ero a bordo e non me ne potevo accorgere!
Il mio meccanico era convinto che la guarnizione con anelli in metallo a freddo pompasse aria dentro la testa...e questa era la sua spiegazione
Non voglio dire che sia il tuo caso, ma prova a fare delle prove diverse dal solito... magari hai la stessa fortuna!


Aggiungi il tuo messaggio qui
Spedizione disabilitata in questo argomento. Contatta il moderatore per maggiori informazioni.
>>> VAI AL FORUM NUOVO Amministrazione