www.fuoristrada.it | Contattaci






State visitando l'archivio del forum di fuoristrada.it. Il nuovo forum si trova QUI

Redazionale Uaz Dakar Log In | Log Out | Indice | Cerca | Profilo utente

Indice » Uaz » Redazionale Uaz Dakar « Precedente Seguente »

  Titolo Utente Messaggi Pagine Ultimo Messaggio
Archive through Pietro (Junior_leo)20 11-04-11 18:39
Archive through Fabrizio (Axelfaber)20 14-04-11 16:34
  ClosedChiuso: Non sono accettati nuovi messaggi in questa pagina        

Autore Messaggio
 

Zorro (Borrochips)
Moderator
Username: Borrochips

Registrato: 11-2002
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 16:46:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Son contento di non esser l' unico a conoscere TEsla, il motore magnetico e ad aria compressa.

Peccato che non siano prodotti ed utilizzati su larga scala
 

marco porseo (Marco)
Moderator
Username: Marco

Registrato: 11-2000
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 18:46:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Guardate che le lampadine a fluorescenza le ha inventate Tesla... poi però siamo andati 80 anni avanti solo con quelle ad incandescenza perchè Edinson era paraculato con gli industriali... ma qualcosa si Tesla che fa risparmiare energia, ce l'avete gia in casa!
L'accumulazione di aria compressa invece, al di la delle mezze bufale, sicuramente verrà sviluppata decentemente dagli indiani ma sicuramente non prima di essere passati per l'idrogeno come veicolo energetico, in quanto ci si possono far andare sia i motori a benzina attuali, sia le elettriche a fuel cells.
Per il resto vi spedirei sul forum Energeticambiente.


Tornando agli inquinanti catorcioni attuali:
Le bejing credono siano solo per export in sudamerica o africa... non le vedo molto europee come stile e dotazioni.

Le uaz "bobtail" è questa, e sul relativo sito ne trovi anche altre:
http://digilander.libero.it/cuoccimix/UAZ-SPORT-RA SCAL.JPG

I ponti a portale della 469B ultimamente venivano abbinati a molle e ammortizzatori "moderni". e nella splendida 3172 (vittima della perestroika e mai prodotta) ci avevano previsto anche i blocchi avanti e dietro.

http://www.uazbuka.ru/models/gal3172.htm
 

daustria (Daustria)
Junior Member
Username: Daustria

Registrato: 11-2008
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 18:59:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Ragazzi posso dirvi una cosa? ...............

SIETE FANTASTICI
 

daustria (Daustria)
Junior Member
Username: Daustria

Registrato: 11-2008
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 19:09:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

A parte che grande parte degli studi di TESLA sono spariti nel nulla, comunque mi è venuto in mente una variante dello "start and stop" che a mio avviso farebbe inquinare decisamente meno, ovvero se invece di far partire il motore a carburante e con esso muovere il mezzo si movesse direttamente il veicolo con il motore elettrico e poi raggiunta una certa velocità con la forza di inerzia aquisita si accendesse il motore a carburante? Non credete che sia una soluzione più corretta?
 

daustria (Daustria)
Junior Member
Username: Daustria

Registrato: 11-2008
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 19:30:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Per Fabrizio, mah sai, a proposito del nucleare, non sono poi così contrario alla tecnologia del nucleare, questa risulta essere, in fin dei conti e per quanto ora come ora sappiamo, pulita in termini di CO2. Divento assolutamente contrario alla suddetta tecnologia come, del resto a tutte le tecnologie utilizzabili, quando sono date in mani all'uomo. Anche la tecnologia più pulita e forsanco più ecologica esistente data in mano all'uomo diviene nefanda. Un esempio sono i pannelli fotovoltaici, ettari di terreni ad alto valore agricolo ricoperti dai pannelli fotovoltaici, mi spiegate che senso ha?????? soprattutto quando si hanno a disposizione ettari di terreno già utilizzato come abitazioni, capannoni o quant'altro dove si potrebbero installare su di essi i pannelli fotovoltaici????
Non hanno perso tempo i gestori telefonici a formulare contratti con i condomini per installare le loro antenne, perchè la società non si è mossa allo stesso modo per i pannelli fotovoltaici????
 

Fabrizio (Axelfaber)
Junior Member
Username: Axelfaber

Registrato: 06-2007
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 19:31:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Ma perchè una macchina totalmente elettrica con un piccolo gruppo elettrogeno per la ricarica? Siamo sempre alle solite quando la macchina è ferma non consumerebbe. E' ovvio che questo ha un senso in città dove c'è l'intenso traffico.
 

daustria (Daustria)
Junior Member
Username: Daustria

Registrato: 11-2008
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 19:54:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Tanto per andare ancora più OT, anche un allevamento di vacche inquina paurosamente, però se si volesse invece di liberare tutto quel PETANO (come io lo definisco) nell'aria ad esclusivo discapito dell'ozono si utilizasse per un bel generatore di corrente oltre alla carne ed al latte si avrebbe energia elettrica anche per caricare una eventuale batteria per un veicolo elettrico o per generare idrogeno. Si certo si continuerebbe ad inquinare, ma si otterrebbero dei benefici che altrimenti andrebbero perduti qualora il Petano rimanesse, come accade nella maggior parte dei casi, liberato nell'aria.
 

daustria (Daustria)
Junior Member
Username: Daustria

Registrato: 11-2008
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 20:08:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Per Fabrizio, non credo che la soluzione di una macchina elettrica con un gruppo elettrogeno sia una soluzione adottabile, se non altro per la legge secondo la quale "nulla si crea, nulla si distrugge tutto si trasforma".
Quanto consumato di energia elettrica per muovere il veicolo deve essere rigenerato dal gruppo elettrogeno quindi alla fine si avrebbe, al limite, (il che non sarebbe vero per le varie dispersioni di energia) un pari inquinamento e consumo di carburante.
 

Fabrizio (Axelfaber)
Junior Member
Username: Axelfaber

Registrato: 06-2007
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 20:12:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Vado molto spesso in Alto Adige e Austria e ti posso confermare che la maggior parte degli abitanti stanno cambiando i loro tetti con il tipo fotovoltaico e sono anche bellini. Per quanto riguarda il nucleare sono d'accordo solo dopo che si è utilizzate tutte le fonti alternativi possibili compreso il risparmio energietico. Nelle baite di montagna con gli escrementi animali ed umani ci producono la corrente, il metano e l'acqua per nonparlare poi di un possibile concime!!!
 

Zorro (Borrochips)
Moderator
Username: Borrochips

Registrato: 11-2002
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 20:23:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Difatti io sarei ben contento di mettere i pannelli fotovoltaici sul tetto di casa.
Quando non ci sono, l' energia prodotta viene immessa nella rete di distribuzione e usata da chi sta prelevando corrente.

Ma ripeto che ad oggi, per le mie tasche, i prezzi sono ancora troppo elevati.


Io se fossi al governo promulgherei una legge che IMPONE di installare tetto fotovoltaico sulle nuove costruzioni e sulle ristrutturazioni di una certa entità (rifare la facciata oppure il giardino condominiale............non avrebbe senso come obbligo).

Immaginate se una ad una tutte le nuove case avessero il tetto coperto di pannelli fotovoltaici (magari a prezzo verificato da un ente pubblico oppure in convenzione/accordo con lo stesso).
Se si consumano meno ton di combustibile ogni anno, e ogni anno si costruiscono case, e si ristrutturano.......... prima o poi la diminuzione di combustibile diventa INGENTE...


E se ognuno di noi avesse il proprio generatore magnetico in casa????????????????
 

Fabrizio (Axelfaber)
Junior Member
Username: Axelfaber

Registrato: 06-2007
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 20:30:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Certo è che prima si inizia e meglio sarebbe!!! Il problema è che questi imbroglioni con le accise ci guadagnano a dismisura, hanno quindi tutto l'interesse a mantenere le cose come stanno. Che schifo!!!
 

andrea mantignani (Selvaggio85)
Junior Member
Username: Selvaggio85

Registrato: 07-2008
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 20:55:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

x daustria: alcune aziende agricole soprattutto su da voi usano il petano! lessi da qualche parte che già negli anni 70 in una fattoria col petano mandavano un motore fiat 903( quello del 127 per intenderci e ci producevano sia corrente e usavano anche il calore prodotto per riscaldare. si chiama cogenerazione se non sbaglio( questa notizia è vera però sono carente sui dati perdonatemi)
su i campi a fotovoltaico mi trovi d accordo infatti prima dicevo che queste tecnologie hanno senso se vengono fatti piccolissimi impianti ( sui tetti sulle facciate esposte al sole) e non campi "coltivati" a pannelli.
sul nucleare riconosco che è un energia pulita nel senso che non produce c02 ma produce scorie radioattive e queste sono un GROSSISSIMO PROBLEMA!!! non c'è ancora soluzione allo smaltimento.in germania le sotterrano nelle vecchie miniere di sale in attesa di trovare una soluzione. per quanto riguarda la sicurezza leggendo sull incidente di chernobyl da ignorante mi ero convinto che l incidente fosse avvenuto si sia per l incoscienza dell uomo ma anche per la scarsa manutenzione e messa in sicurezza della centrale . attribuivo tutto ciò al fatto che l allora urss essendo un bel colabrodo su tanti punti di vista fosse un colabrodo anche sulla sicurezza. fin qui avevo ragione.
quindi mi sono detto: è SUCCESSO Lì PERCHè L URSS è UN BEL COLABRODO!! ma mi sbagliavo c'era stato un incidente nucleare anche negli u.s.a. a three miles island di minore entità ovviamente(credo ihihih) e ora un incidente in giappone della portata di chernobyl in quella che, non unico, avevo ritenuto la nazione più "cazzuta"( non in senso fisico ovviamente hihihihhi ) in senso organizzativo, di regole, di capacità tecniche.
Pensavo : I GIAPPONESI QUELLI SI CHE SONO CAPACI COSTRUISCONO EDIFICI IN ZONE ALTAMENTE SISMICHE, SUPER AUTOSTRADE, PONTI E VIA E VIA.. invece borda incidente nucleare( si c' è stato lo tsunami lo so ma quando fai una cosa così rischiosa devi essere pronto a tutto secondo me perchè le conseguenze di una catastrofe sono estremamente grosse come vediamo) e per di più cosa che non pensavo abbiamo assistito a scene di omissione della verità per giorni con i vertici della tepco( se così si scrive) gìà precedentemente indagati a raccontare cazzate.NOOOO m' è crollato un mito!!! non era il paese del " lì se rubi vieni cacciato , ti dimetti subito, sono tutti moralmente ineccepibili i manager!! insomma rgazzi il nucleare ha dei grossi problemi:
1)LE SCORIE
2)SE C' è UN INCIDENTE SONO GRANDISSIMI CAZZI
3)E POI IN ULTMO , POCHI LO DICONO, L URANIO è LIMITATO IN NATURA QUINDI SIAMO PUNTO E ACCAPO!!!
xzorro: anche io farei una bella legge che IMPONE di installare pannelli fotovoltaici e solari( per l acqua calda) ma a tutti gli edifici non solo a quelli di nuova costruzione, che hanno l obbligo di produzione di una certa parte di energia tramite queste tecnologie.
 

fabio lucaferri (Fabiotsf)
New member
Username: Fabiotsf

Registrato: 01-2004
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 20:56:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Andrea ha scritto: mi spieghi cortesemente la questione maniglie fuori o le vernici che non l ho capita??
Certamente. Il discorso delle vernici riguarda il COV quindi vernici ad acqua con basse percentuali di COV. Le maniglie debbono essere incassate per non essere "pericolose" così come le cerniere, i paraurti non più in ferro e via dicendo..filtri antiparticolato/marmitte dal costo proibitivo e nessuno che -per esempio- ti dice che produci una mare di sostanze cancerogene non solo con i carburanti con cloro ma anche con il consumo dei pneumatici..i famosi PCB da non confondere con le diossine al petano degli allevamnenti
 

andrea mantignani (Selvaggio85)
Junior Member
Username: Selvaggio85

Registrato: 07-2008
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 21:04:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

ho visto il link indicato da marco porseo :

http://www.uazbuka.ru/models/gal3172.htm

il primo quello a fari rettangolari è uguale all isuzu trooper, mentre l altro è identico a i toyota che usano in africa.
ma questi modello in italia non sono mai stato importati vero?? risalgono agli anni 80/90? chi mi sa dire qualche info?

i ponti a portale sono bellissimi, ma non potevano essere fatti un pelo più "alti" mi spiego: mi sembra che l asse del ponte poteva essere ancora più in alto rispetto al centro del cerchio no??
 

Pietro (Junior_leo)
Advanced Member
Username: Junior_leo

Registrato: 01-2004
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 21:55:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Andrea, "credo" ma non sono sicuro, che il 3172 non sia mai stato prodotto in serie, se non piccolissima per i test...di fatto non è mai entrato in produzione che io sappia, come del resto Marco ha detto nel suo post.
 

andrea mantignani (Selvaggio85)
Junior Member
Username: Selvaggio85

Registrato: 07-2008
Inviato il giovedì 14 aprile 2011 - 22:00:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

cavolo delle maniglie non lo sapevo. quindi tutte le macchine da un pò di tempo a questa parte hanno le maniglie incassate perchè la legge obbliga le case a costruirle così??
cavolo non lo sapevo eppure sono un grandissimo appasionato di motori. questa mi era sfuggita. meno male c'è sempre qualcuno che insegna qualcosa.
capito pietro,grazie.peccato che il 3172 non sia mai stato prodotto.
 

fabio lucaferri (Fabiotsf)
New member
Username: Fabiotsf

Registrato: 01-2004
Inviato il venerdì 15 aprile 2011 - 08:24:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Si incassate e sopratutto di plastica, plastica plastica. Poi che questa inutile corsa all'eurox abbia mandato a gambe all'aria il know how e posti di lavoro, per esempio, dei carburatoristi, non frega a nessuno...
 

alberto (Jobs)
New member
Username: Jobs

Registrato: 06-2005
Inviato il domenica 17 aprile 2011 - 21:39:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Ritornando al Patriot....
La ZMZ annuncia di avere ridotto i difetti dal periodo equivalente dell'anno scorso del 48.4% e di avere sviluppato frizione etc etc specifiche per la nuove uaz.
Scopro ora che la UAZ e la ZMZ sono ora della stessa proprieta'.
Un motore nuovo completo in un negozo di ricambi ufficiale UAZ (in russia....) costa 51.000 rubli, circa 1260 euro , mi vien quasi quasi da comprarne uno, se i difetti dall'anno scorso sono calati del 48.xx %, immaginiamo nelgi ultimi 5 anni....

http://www.zmz.ru/eng/news
 

Fabrizio (Axelfaber)
Junior Member
Username: Axelfaber

Registrato: 06-2007
Inviato il lunedì 18 aprile 2011 - 08:47:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Io credo che al momento la soluzione migliore sia la 469 con telaio Hunter ma con i ponti vecchio tipo con motore ZMZ ma depotenziato a 112 cv e soprattutto senza elettronica. Dimenticavo il cambio 5 marce Dymos.
 

daustria (Daustria)
Junior Member
Username: Daustria

Registrato: 11-2008
Inviato il lunedì 18 aprile 2011 - 09:46:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Le varie leggi sulla "sicurezza" ha inciso moltissimo sulla progettazione e (tanto per non essere sempre catastrofico, eheheh) forse è anche per questo che molti autoveicoli oggi hanno configurazioni molto simili tra loro. Solo che, a mio modesto avviso, si lavora ancora a compartimenti stagni ovvero per risolvere un problema non si pensa a risolverne anche altri appartenenti, magari, ad altri settori nonostante che, oramai, ogni campo conosciuto ha la sua norma.
 

Fabrizio (Axelfaber)
Junior Member
Username: Axelfaber

Registrato: 06-2007
Inviato il martedì 19 aprile 2011 - 20:34:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

La sicurezza innanzi tutto si fà andando piano!!! A cosa ci servono tutte queste auto super potenti che poi le nostre strade sono sempre così trafficate? Le strade non sono all'altezza, quindi è meglio avere un'auto che non vada oltre i 140/150 orari e che abbia soprattutto le gomme molto alte perchè nei tempi passati non ho fatto altro che cambiare gomme, ammortizatori e cerchi!!!
 

fdoncamillo (Fdoncamillo)
Junior Member
Username: Fdoncamillo

Registrato: 01-2009
Inviato il venerdì 29 aprile 2011 - 08:30:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

Tesla, provo nel 1931 per una settimana una limosine a cui era stato sostituito il motore endotermico con uno elettrico, fin qui nulla di eccezzionale (in quel periodo giravano auto elettriche) il motore non veniva alimentato da batterie, (quindi autonomia illimitata) l'energia elettrica secondo Tesla è presente nel etere 80 metri sulle nostre teste e sotto i nostri piedi, morale della favola elettricita non serve produrla!!! intanto si muore per i gas di scarico delle auto, Cernobil, Fukoshima,disatri petrolifici, ecc. ecc. fantascienza? non credo recentemente è stato condotto un esperimento, è stato teso un cavo in cielo, sermbra che ci sia più corrente di quanto si pensasse!!!
 

di lelio fabrizio (Brixio3)
Advanced Member
Username: Brixio3

Registrato: 10-2007
Inviato il venerdì 26 agosto 2011 - 16:46:   Segnala questo messaggio allo staff Invia un messaggio privato Modifica Messaggio Stampa Messaggio

vabbe,non stavate parlando di uaz simbrim?
io ho personalmente parlato con martorelli e non è che non vuole venderle è che il mercato è saturo,tuttavia non è un prezzaccio tutto sommato ,figuratevi che a 38k euro vendono il massiv!


Aggiungi il tuo messaggio qui
Spedizione disabilitata in questo argomento. Contatta il moderatore per maggiori informazioni.
>>> VAI AL FORUM NUOVO Amministrazione